Consulenza e formazione per avviare un bar

Come trovare i locali adatti a te

Per trovare i locali che fanno per te, devi avere le idee molto chiare!

In base al budget economico potrai decidere di comprare i locali o decidere di pagare un affitto.

Di conseguenza deciderai anche se comprare le attrezzature d’occasione e oggi il mercato dell’usato revisionato e garantito è vasto, oppure comprare tutto nuovo.

Constatato il tuo budget economico, si parte alla ricerca dei locali che fanno al tuo caso. Chiediti innanzitutto che tipo di Bar vuoi creare, se un bar basato sulle colazioni e la pausa pranzo, oppure un bar che occupi la fascia serale-notturno.

Se deciderai di aprire un bar basato sulle colazioni e la pausa pranzo, avrai bisogno di locali un pò più piccoli(in metratura) in modo da favorire il riciclo di clienti, se deciderai per il bar serale-notturno avrai bisogno di locali più grandi perchè i tuoi clienti useranno il tuo locale come punto di incontro, un punto dove trascorrere la serata ecc, quindi di conseguenza avrai dei clienti che resteranno più a lungo nel tuo Bar.

Premesso questo, si va alla ricerca del luogo dove far nascere la nuova attività.

Le caratteristiche che deve avere il luogo, che io reputo le più importanti, sono due:

1)che ci sia del passaggio di persone o auto 2)che abbia un pò di parcheggio il più vicino possibile soprattutto se optiamo per il bar che fa colazioni e pausa pranzo perchè i clienti del mattino vanno di fretta e hanno poco tempo per fare colazione. Idem i clienti che fanno pausa pranzo.

Cercando accuratamente potrai trovare i locali nei pressi della periferia dove il costo dell’affitto ad esempio è minore rispetto al costo dell’affitto di un locale in centro e anche più facile da raggiungere per i tuoi clienti che ogni giorno potranno venire a trovarti liberamente senza limiti al traffico e quant’altro.

Trovato il locale che fa per te avrai bisogno di un buon Notaio se deciderai di acquistarlo jxhm6rs.

Oppure se per qualche ragione deciderai di prenderlo in affitto dovrai richiedere una copia del contratto di affitto per controllare che tutto sia in ordine, che non ci siano pignoramenti, vincoli particolari, limiti di orario, che nel locale ci sia la possibilità di adibirlo ad uso di somministrazione di alimenti e bevande ecc.

Io consiglio di far controllare il contratto di affitto/locazione ad un esperto del settore, perchè spesso e volentieri si incappa in brutte sorprese anche in locali già esistenti per l’uso improprio, da parte di chi dà in affitto i muri, di parole scritte sul contratto troppo generiche, come ad esempio “uso commerciale”, che si trova in modo frequente nei contratti d’affitto, ma che non indica un uso specifico. In tali situazioni il contratto può essere impugnato ed usato a discapito di chi affitta.

Insomma devi essere libero di poter decidere quante ore di lavoro vuoi tenere aperto il tuo bar e di poterlo gestire nel migliore dei modi.

Una volta che hai fatto i tuoi controlli sul contratto d’affitto ed è tutto in regola, procederai alla richiesta (da fare nel Comune di residenza del locale) della licenza di somministrazione di alimenti e bevande.

Per poter ottenere la licenza dal Comune, in Italia bisogna essere in possesso del R.E.C. (registro, esercenti del commercio).

Per ottenere il R.E.C. bisogna recarsi presso la Camera di Commercio di residenza e fare un corso con relativo esame, oppure si può ottenere lavorando almeno 2 anni consecutivi come barista dipendente di un’azienda o in società con qualcuno che sia in possesso del R.E.C.

In Italia se non si ha questo requisito non si può praticare, per ciò che riguarda l’estero le regole sono in base al luogo, ma io consiglio di recarsi alla camera di commercio locale e gli impiegati daranno tutte le indicazioni per poter aprire un bar.

Una volta che tutto questo è andato a buon fine anche con l’aiuto di un buon commercialista, BENE!

Da qui in poi potrai cominciare a progettare il tuo Bar, ma di questo te ne parlerò nel prossimo articolo….

Continue Reading

Devi sapere che…

Fare il barista come titolare non è per tutti!

Se pensi che aprendo un bar si ottengano soldi facili con poco impegno allora questa professione non fa per te e nemmeno tutto quello che potresti imparare qui di seguito. Se sei una persona che sa perseguire i propri obiettivi, sei perspicace, sei in grado di mettere in pratica tutto quello che ti spiegherò nei prossimi articoli facendo accadere proprio ciò che desideri, allora tutto questo fa per te!

Tanti hanno sottovalutato questa professione, rendendosi conto in breve tempo praticandola di quanto impegno ci chiede e quanto è importante amarla.

E’ una professione che ti mette alla prova sia nella forma fisica, perchè ti impegna tante ore nella giornata (ore a stare in piedi), sia nell’aspetto psicologico perchè se hai un rapporto diretto con i tuoi clienti devi mantenere costantemente equilibrato l’interagire con loro.

A volte con il cliente devi essere leggero e scherzoso e saper mettere da parte i tuoi problemi e i tuoi pensieri, devi sapere quando è il momento di parlare o di tacere con la persona che hai di fronte in base all’umore che ha, devi essere capace di ascoltare ciò che le persone hanno voglia di raccontare mentre porti avanti ugualmente il tuo lavoro. I clienti poi sono tanti e ognuno di loro merita la giusta attenzione perchè un vero professionista intrattiene il cliente, non lo fa scappare!!

Noi siamo quelli che al mattino ci alziamo prima di tutti quando è buio, per poter servire un’ ottima colazione formata da prodotti selezionati, tanti caffè per regalare un buon inizio di giornata.

Siamo quelli che al mattino presto godiamo della tranquillità del silenzio e del nostro primo caffè della giornata prima di accendere le luci e tirare su le serrande…

Nel nostro lavoro ci vuole tanta pazienza, costanza e tanta attenzione per ciò che vendiamo (i nostri prodotti), per la cura e gestione del cliente e per moltissimi altri aspetti che non devono essere sottovalutati per poter ottenere degli ottimi risultati.

Ai nostri clienti doniamo ogni giorno la nostra professionalità ed esperienza che matura grazie alla passione che abbiamo per questo lavoro.

Le conseguenze di uno sbaglio possono costare davvero care!!

Io sono qua per questo, voglio mettere a tua disposizione tutta la mia esperienza per evitarti di spendere più del dovuto, per convertire tutta una serie di paure in punti di forza che ti porteranno ad ottenere tanti benefici per te e per la tua azienda, per trovare il locale che desideri, per evitarti di vendere tutto a tutti perchè se no il tuo locale non decollerà mai.

Questo e tanto altro che scriverò nelle prossime settimane contribuiranno a farti risparmiare tanto tempo e denaro che potrai usare a tuo piacimento.

Nel frattempo ti ringrazio per aver dedicato il tuo tempo nel mio Blog.

Continue Reading

Il mio bar

Quando acquistiamo un bar o lo creiamo da zero, uno degli errori più comuni è la fretta di aprire perchè abbiamo speso dei soldi e vorremmo cominciare a recuperarli il più presto possibile.
In questo modo ci sono diverse situazioni che si vengono a creare:

La prima è quella di acquistare materiali di bassa qualità pur di spendere il meno possibile ottenendo risultati di basso livello, magari anche belli da vedere, ma che non durano il tempo che dovrebbero. Per recuperare tutto ciò ci si trova poi a spendere più soldi del dovuto.

La seconda è quella in cui ci si trova ad aver acquistato materiali ed arredamento di alta qualità, ma comunque ad un prezzo poco proporzionato per non dire caro.
Bello, stupendo, ma cosa ce ne facciamo di un arredamento che dura vent’anni?

Se noi ci soffermassimo un pò di più su come ristrutturare, scegliere i materiali, le attrezzature e l’arredamento del nostro locale anche perdendo qualche giorno in più, considerato che il mercato attuale ci propone dei prezzi vantaggiosi, comprando in modo strategico, recupereremmo molti soldi.
Infatti il mercato ci offre una vastissima scelta per quanto riguarda l’arredamento (come rivestimento del bancone, tavoli, sedie, poltroncine e sgabelli) proponendo anche materiali riciclabili che riutilizzati e rivisitati con un pò di creatività fanno ottenere un ottimo risultato del tutto invidiabile con costi limitati.

La terza, che è fondamentale per il bar, sono le attrezzature, frigo, lava bicchieri, macchina del caffè, la macchina del ghiaccio, ecc. La cosa di cui abbiamo bisogno è che tutta questa attrezzatura sia efficiente e sistemata in modo funzionale per poter dare un ottimo servizio al cliente.
Piuttosto compriamo attrezzatura di una buona marca, usata e revisionata, ma non attrezzatura economica e ignota.
Con lo spazio a disposizione dobbiamo crearci la nostra piattaforma di lavoro per dare il meglio di noi stessi con mezzi che devono funzionare in base alle nostre esigenze e quelle del locale.

La quarta è quella di lasciare che il locale passi inosservato perchè non si da la giusta importanza alla creazione del Brand, dell’ambiente e del tipo di clienti che si vuole conquistare. Tuttora ci sono bar che non hanno un marchio, bar che hanno nomi che non li rappresentano e che i clienti non ricordano affatto, perchè sono nomi strani, brutti o troppo lunghi da ricordare.
Tenete presente che più cose positive riusciamo a imprimere nella testa dei nostri clienti e più loro si ricordano di noi, del nostro locale e quindi ci ritornano.

Io reputo importante che un bar sia reso unico. Questo non è dettato solo da quanto abbiamo speso per arredarlo o dall’aver assunto il miglior arredatore della città.
L’unicità del bar siamo noi e dobbiamo creare un ambiente che ci rappresenti in maniera tale che i clienti noteranno la differenza e saranno stimolati dalla curiosità e dalla novità.
Nel bar dobbiamo dare la nostra impronta essendo i nuovi titolari, tenendo continuamente in movimento anche l’ambiente e l’arredamento, perchè i locali tenuti statici per anni sono sorpassati e non funzionano più.

I clienti hanno bisogno in continuazione di stimoli, ambienti che li incuriosiscano e che li sappiano coinvolgere.

La quinta è rivolta a quella categoria di persone che dopo aver acquistato un bar a malapena danno una mano di bianco e poi partono. Questo non porta di certo lontano.
I colori e suoi abbinamenti sono importanti per rendere i locali luminosi o spenti, creano un ambiente caldo e accogliente o freddo con un senso di distacco, possono rendere un ambiente allegro e vivace o classico e serio, ti fanno sentire a casa o ti inducono a non entrare.
I colori sono una parte importante che aiutano e stimolano la vendita, anche se parecchie persone e gestori sottovalutano e trascurano molto questo aspetto, tant’è vero che in giro per i bar se ne vedono d’ogni.

I colori possono essere anche neutri per valorizzare l’arredamento, o abbinati per dare un tocco di personalità e dare un impronta di originalità e riconoscimento del locale.

La sesta, da valorizzare è l’illuminazione. Purtroppo ad oggi ci sono persone che non conoscono affatto la differenza tra diffusori e proiettori di luce. Lasciatevi consigliare piuttosto da chi ne capisce oppure ci si può documentare in modo da sapere cosa installare in base all’ambiente che si vuole creare. Ci sono illuminazioni che possono creare, in base alla fascia oraria lavorativa del giorno, diversi tipi di intensità luminosa e colore, in modo tale da creare l’ambiente partendo dal mattino con le colazioni fino ad arrivare all’aperitivo serale e a cambiare ancora intensità e colore per il serale dopo cena e notturno.

La settima, ma non da meno, anche la musica è importante, perchè insieme ai colori, le luci e all’arredamento crea l’ambiente che noi desideriamo e ci fa riconoscere e distinguere dagli altri
locali, dove i nostri clienti si ritrovano e si riconoscono. Bisogna ricordarsi che in un locale che sia già esistente o creato da zero, nulla va lasciato al caso!
Creare un ambiente adeguato, curato e unico dipende solo da noi, ma dobbiamo essere a conoscenza di cosa vogliamo veramente e poi possiamo far intervenire gli specialisti e gli arredatori del settore in maniera tale che con chiarezza chiediamo cosa desideriamo.

Continue Reading